mariadanna - friarte

Vai ai contenuti

Menu principale:

ARTISTI
____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

MARIA D'ANNA

 
 

Allieva di Gianni Pisani, realizza i primi progetti grafici per l’A.S.L.NA1: “Il fantasma e le emozioni”; “Esterno notte”; “Cinema d’urgenza”. Nel 2005 nell’ambito della VI Edizione del Lucania Film Festival presenta un’opera di videoarte fuori concorso. Nel 2005 espone a New York, all’Istituto Italiano di Cultura e all’Orensant Foundation. Nel 2006 presenta presso la Chiesa di S. Severo al Pendino a Napoli la sua prima personale: “Amen, sull’impostura come destino”. Nel 2006 espone a Kochi in India con l’Accademia di Belle Arti di Bombay. Si diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Nel 2008 presenta una videoinstallazione nei Sassi di Matera a cura di Cataldo Colella. Nel 2009 la personale al Palazzo Padronale di Acerra: “Siamo noi la storia”. Nel 2009 nell’ambito della mostra antologica di Peppe Capasso al Castel dell’Ovo, collabora con l’artista alla performance “Amleto”. Nel 2011 è a Parigi, al Cinema du Pantheon con un progetto multimediale. Nel 2014 presenta l’installazione permanente in acciaio corten nel Complesso Monumentale di S.Chiara a Napoli: “Colapesce”. Nel 2016 presenta il video “Non presumo di toccare il cielo” nell’ambito dell’evento “Arte e donna a Napoli: la nuda vita”. Lo stesso anno espone al Caffè Pedrocchi di Padova. Negli ultimi anni Maria D’Anna ha elaborato la tecnica del “bandage” in cui la tela viene dipinta e poi bendata ed ancora una volta dipinta. Hanno scritto di lei Paolino Cantalupo, critico d’arte, su Wazu Arte e Cultura, (2002); Daniela Ricci, per gli “Eventi artistici” de Il Mattino di Napoli, (2006); Paolino Cantalupo su Metanalisi dell’Arte; Paolino Cantalupo, Pasquale Lettieri, Peppe Capasso, Francesco Gallo, Museopossibile, (2009); Paolino Cantalupo su Demetra, (2012); Mario Franco, critico d’arte, per la “Cultura” de La Repubblica, (2014); Felice Paduano, giornalista, per Il Mattino di Padova, (2016); Cataldo Colella, Ilaria Sorrentino, Eleonora Capuozzo, Ermenegildo Frioni, Marcello Palminteri. Vive ed opera a Napoli.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu